Caro Gilles, vivi dentro Maranello

Enzo Ferrari Drake e Gilles Aviatore
Enzo Ferrari ‘Drake’ e Gilles ‘Aviatore’

Oggi stavo proprio pensando a come descrivere un pilota che ha vinto tutto anche senza non essere mai riuscito a vincere un titolo mondiale. Un paradosso vero? Invece è così. Sto parlando di Gilles Villeneuve, con la sua guida spericolata e il modo di vivere intensamente quello che è più di un semplice sport o una competizione.

Gilles dopo una mezza stagione in McLaren non andata a buon fine si ritrovò nel’ estate del ’77 ad essere senza team, perché scartato dal team manager Mayer, che preferì al suo posto Patrick Tambay. È proprio da questo ‘rifiuto’ che iniziò una carriera incredibile fatta di tanti errori ma tante emozioni.

Proprio per questo la sua guida spericolata e a detta di alcuni ‘pazza’ venne subito notata dal Drake, che proprio nel 1977 decise di metterlo alla guida di una delle sue rosse. Il cammino di Gilles in Ferrari fu di altissimi e di bassissimi. Tanti scontri ‘silenziosi’ anche all’ interno nel box, tanti ritiri e squalifiche, ma anche tanti giri veloci. Gilles è sempre stato un pilota che ci metteva tutto se stesso nel’ affrontare una semplice curva, era testardo, ma  con una testa da genio. Di lui ricordiamo le immense battaglie ruota a ruota che ci fece vivere e purtroppo anche i tanti incidenti per mancanza di razionalità.

La sconfitta più brutta che ci ha fatto vivere il destino è stata durante le prove del 1982 nel circuito di Zolder, in Olanda, in cui Gilles, preso dalla lotta interna ai box che stava vivendo con il suo compagno di squadra Didier Pironi, si scontrò prima di una curva contro il suo ex compagno di squadra in McLaren. L’ auto volò per 25 metri per poi scontrarsi e distruggersi procurando la sua morte. Un giorno bruttissimo, per la Formula Uno e per tutti gli appassionati.

Gilles Villeneuve Jarama 1981 126CK
Race winner Gilles Villeneuve, Ferrari 126CK.
Spanish Grand Prix, Rd7, Jarama, Spain, 21 June 1981.

Ricordiamo le celebri frasi di due persone icone del mondo Ferrari del’ epoca e del giorno d’oggi :

<<Il mio passato è pieno di brutti e tristi ricordi: mio padre, mia madre, mio fratello e mio figlio. Ora quando mi guardo indietro vedo tutti quelli che ho amato. E tra loro vi è anche questo grande uomo, Gilles Villeneuve. Io gli volevo bene.>> (Enzo Ferrari)

<<Gilles mi mancherà per due motivi. Primo, lui era il pilota più veloce della storia delle corse automobilistiche. Secondo, era l’ uomo più genuino che abbia mai conosciuto. Ma lui non se n’è andato. La memoria di quello che ha fatto sarà sempre qui.>> (Jodi Scheckter, ai funerali)

Storica battaglia Gilles Renè
Storica battaglia Gilles-René GP Francia 1979

Si dice che quando un grande uomo ci lascia, la sua anima non muore mai. Per me, e per noi appassionati Gilles non te ne sei mai andato.

Sei riuscito a dimostrare non solo alla Formula Uno, ma in generale allo sport e alla vita, che non conta solo il risultato finale, conta il cuore che ci si mette nel vivere le cose. Siamo abituati in questa epoca a vedere ed evidenziare solo i risultati finali, ma c’è tanto altro dietro. Il talento è pazzo, ma è sinonimo di genialità e riceverà sempre tanti sentimenti opposti fra loro, ma mai una via di mezzo. Penso proprio che questo sia uno dei tanti motivi per la quale lo ricordiamo ancora come un grande.

Grazie per aver dato tutto a Maranello e alla Ferrari, perché per noi sei sempre qui.

Ciao Gilles

salut gilles
Il Canada dedica così il suo amore

 

 

L.P.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat