Tra le stelle di Abu Dhabi, brilla su tutte la prima di Max Verstappen

Ha atteso questo momento per una vita Max soprattutto quando subiva i rimproveri e le ramanzine di un padre severo ed insensibile, capace di abbandonarlo in autostrada per una staccata sbagliata; Jos aveva però visto negli occhi del figlio, ardere il fuoco della fame, del successo e aveva deciso di alimentarlo.
Gli errori sono stati la chiave per la crescita di Max, che finalmente maturo, si è trovato faccia a faccia con il re, per giocarsi quel sogno che Lewis aveva già vissuto più volte.

I semafori si spengono al calar del sole e Lewis, più preparato a questo tipo di pressioni, stacca meglio superando l’olandese e prendendosi il comando; Max lo insegue a ruota ma Lewis si difende e scappa via, facendo svanire sempre più, con il passare dei giri, il sogno del ragazzo olandese.

Il destino però aveva riservato per Max un finale diverso da quello che ormai presagiva.IMG 8764

Le telecamere, a cinque giri dalla fine, inquadrano una Williams distrutta, causa di una safety car che sembra infinita e non voler rientrare più.

Nel mente Max monta un nuovo set di gomme, alcuni doppiati si contrappongono tra lui e l’inglese, ancora in testa e con le stesse gomme da 43 giri.

La gara finalmente riparte all’ultimo giro, Max sa di avere un solo colpo, si gioca tutto ed alla prima occasione tira una staccata da paura con la macchina di traverso ed i freni fumanti; si prende di forza la testa della corsa e del mondiale, quando mancano ormai pochi metri al traguardo.

Lewis, disperato, tenta un ultimo vano inseguimento ma le sue gomme sono finite e tra l’esplosione di fuochi e coriandoli, Max taglia il traguardo.

Emozionato e quasi incredulo, Max si lascia andare ad un pianto liberatorio.

Finalmente sul tetto del mondo, ha appena realizzato il suo sogno e quello di un padre che ci aveva visto lungo; è proprio a lui che affida tutte le sue emozioni appena sceso dalla vettura.

Sale sul podio avvolto dalla bandiera olandese, alza i pugni al cielo, ancora un urlo liberatorio e poi un bagno di bollicine.

Tre anni fa, nella notte di Abu Dhabi brillava finalmente la prima stella di Max.  

Si chiamava Gilles. Gilles Villeneuve!

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Un anno ricco di emozioni ci lascia alle spalle, benvenuto 2024!

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Michael, cinquantacinque. Buon compleanno Leggenda!

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Quella volta che il volto ed il Natale di Ferrari fu salvato da una lattina di coca cola …

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Tra le stelle di Abu Dhabi, brilla su tutte la prima di Max Verstappen

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Romain Grosjean: 28 secondi all’inferno!

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Sir Frank Williams, una leggenda lunga mezzo secolo!

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Sotto le stelle del Golfo Persico, Nico Rosberg è campione del mondo come papà Keke!

Autore Umberto Del Vecchio Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; [...]

Autore

  • Umberto Del Vecchio

    Mi chiamo Umberto e sono un giovane ragazzo di 24 anni; scrivo da circa due anni, seguo la Formula Uno da sempre. Avevo poco più di 4 anni quando, in una domenica come le altre, rimasi incantato davanti al televisore, ammaliato dalle macchine che sfrecciavano veloci come il vento. Fu amore a prima vista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
1
Ciao, posso aiutarti?